Il sistema terapeutico NanoTherm è un metodo innovativo applicato nel trattamento dei tumori gliali maligni, ad esempio il glioblastoma multiforme. Una soluzione contenente nanoparticelle di ossido di ferro viene iniettata (durante l'intervento chirurgico) direttamente nella cavità postoperatoria (sulla parete dei tessuti che circondano la cavità di resezione). Le nanoparticelle sono molecole minuscole dal diametro di 15 nanometri che si disperdono in acqua. Dopo la chirurgia, il paziente viene sottoposto a una serie di 6 trattamenti (2 trattamenti a settimana con un intervallo di almeno un giorno tra le sessioni nella stessa settimana, per un totale complessivo di 3 settimane) all’interno del NanoActivator, un dispositivo medico che utilizza un campo magnetico variabile. Tramite l'innovativo sistema terapeutico NanoTherm, le cellule tumorali diventano più sensibili alla radioterapia o alla chemioterapia, qualora sia necessario implementare questi trattamenti in parallelo a NanoTherm. Le nanoparticelle introdotte rimangono nella cavità postoperatoria come un impianto. Grazie alla speciale struttura della loro superficie, le nanoparticelle restano immobili senza intaccare i tessuti sani.

Il sistema terapeutico NanoTherm viene applicato da esperti neurochirurghi, medici del reparto di Neurochirurgia e Neurochirurgia Infantile dell'Ospedale Universitario n. 4 di Lublino (Polonia) sotto la supervisione del Prof. Radosław Rola, MD, PhD.